Apriamo la sartoria al pubblico

Da  giugno il primo giovedì del mese la sartoria apre,  per tutto il giorno, al pubbblico.

Lo scopo è quello di far conoscere come funziona il lavoro su misura. Oltre alla visita della sartoria verranno spiegate le diverse fasi della lavorazione di un capo, dal figurino alla sua realizzazione. Scelta dei materiali , presa delle misure, realizzazione del modello, piazzamento e taglio, messa in prova e tecniche di confezione.  

Questo percorso per far conoscere a tutti come lavora l’artigianato italiano e soprattutto per aprire ai giovani il mondo del su misura, un mondo per molti versi non conosciuto o dimenticato e per molti relegato al ” si faceva una volta….. ” quindi vissuto come realtà ormai superata. 

Non è così, il su misura vuol dire invece poter realizzare progetti che non si trovano già fatti, vuol dire uscire dall’omologazione e anche dalla logica dell’usa e getta che oggi condiziona molti.

Vuol anche dire avere un certo rispetto dell’ambiente e delle risorse, pensate che l’industria tessile è tra le più inquinanti del pianeta, vuol dire attenzione a cio che si indossa conoscendo tutto il ciclo di lavorazione.

Quando compriamo il cibo sempre di più vogliamo conoscere l’intera filiera da cui si parte sino al punto vendita, non si capisce  perchè quando ci vestiamo non ci preoccupi ciò che mettiamo a contatto col nostro corpo,  come e da chi viene fatto.

Vi consigliamo due letture :  ” perchè la moda a basso costo avvvelena noi e il pianeta di Elisabeth L. Cline ”

                                                    ”  Made i Italy, il lato oscuro della moda di Giò Rosi ”

Certo i costi non sono quelli dei  negozi, ma anche il prodotto non è lo stesso.  Diciamo questo perchè molti pensano di andare in sartoria per pagare meno, questa confusione forse deriva dal confondere la Sartoria con le Sartorie di riparazioni o con certe sartorie non italiane.

                                                           VI ASPETTIAMO